Loading...
Staff2021-11-02T20:50:12+00:00
MANUELA BINCO
MANUELA BINCOdanza classica, modern/jazz
Fondatrice e direttrice artistica, insegnante e coreografa de L’Officina delle Arti dal 2001. Fin da piccola studia danza classica, modern/jazz, contemporaneo e hip hop. Dopo diversi anni di formazione e di esperienze televisive e teatrali, nel 2001, insieme all’attore e regista Simone Visentini, fonda “L’Officina delle Arti”. Tra il 2006 e il 2012, è ballerina della Compagnia di Danza “Corpocorrente”. Dal 2008 ad oggi è Direttrice Artistica del “Festival Mantova Danza”. Dal 2011 al 2014 è co-direttrice artistica della Scuola Professionale per Danzatori (dipartimento modern contemporaneo) “DM BALLET”. Nel 2013 riceve il premio assoluto come “Migliore Coreografa” al “Valpolicella Modern-Jazz Festival”. Nel biennio 2016/2017 consegue il diploma A.I.D.A. rilasciato dagli Insegnanti Diplomati presso il Teatro alla Scala di Milano. Nel 2017 riceve il premio come Migliore Coreografa per la coreografia “Fragile” al trofeo “DenStar” di Padova. Oltre a creare coreografie per spettacoli, eventi e performance per negozi e aziende, Manuela ha inoltre portato sul podio di molti concorsi nazionali e internazionali decine di coreografie da lei create.
LAURA ADAMI
LAURA ADAMIdanza classica, punte, repertorio
Inizia i suoi studi presso la scuola di danza classica “La Polacca” di Cristina Kolodzieskji. Frequenta l’Istituto Tecnico Femminile “Lavinia Mondin”. Nel 1981 vince una borsa di studio per il V stage per ballerini professionisti all’ATERBALLETTO di Reggio Emilia. Nel 1982 prosegue gli studi all’Académie de danse Classique “Princesse Grace” di Marika Besobrasova a Montecarlo. Nel 1985 consegue il Certificat d’aptitude professionnelle entra al Ballet Théatre Français de Nancy, diretto da Hélène Trailine. Nel 1987 è nominata solista. E’ stata partner di Rudolf Nureyev nell’Après-midi d’un faune di Vaslav Nijinski. Nel 1988 lavora con l’”Oper der Stadt” di Bonn sotto la direzione di Yuri Vamos. Nel 1989 si unisce alla Compagnia “Temps Présent” di Thierry Malandain, dove lavora fino al giugno 1996. In quell’anno entra a far parte della Compagnia “Concordanse”, dove si occupa di rimontare i balletti in repertorio e svolge il ruolo di Maitre de Ballet. Sempre nel 1996 è membro fondatore e coordinatrice della Compagnia Dep’Art a Parigi. Nel 1997 consegue il Diploma di Stato di Insegnante di Danza Classica, insegna presso il Conservatorio Nazionale di Montreuil a Parigi e presso la scuola di danza classica Evidanse. Si ricongiunge alla compagnia Temps Présent che nel frattempo si è trasferita a Biarritz creando il nuovo Centro Coreografico Nazionale “Ballet Biarritz” diretto sempre da Thierry Malandain. Nel corso della sua carriera artistica ha interpretato come solista coreografie di Kilian, Neumeier, Nils Christie, Balanchine, Van Manen, Bertrand D’At, Thierry Malandain, etc. E’ invitata regolarmente a far parte della giuria degli esami delle classi di danza Classica del Conservatorio Municipale di Lons le Saunier in Francia. Oltre ad insegnare in numerose realtà di danza, collabora con l’Accademia BMICA di Alen Bottaini e Monica Merlo a Monaco di Baviera e come docente durante lo stage annuale di Portorose in Slovenia.
GIANLUCA SCHIAVONI
GIANLUCA SCHIAVONIdanza classica, repertorio, tecnica maschile
Diplomatosi nel 1992 alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, entra subito a far parte del corpo di ballo dove partecipa a tutte le produzioni sia del repertorio classico che contemporaneo, interpretando ruoli da solista e da primo ballerino. Dal 2006 si dedica con passione alla coreografia e debutta con il solo ANDROMEDA al Teatro Manzoni di Pistoia. Nel 2010 inizia la collaborazione come coreografo per il Teatro alla Scala di Milano: l’occasione è il cortometraggio AN ITALIAN DREAM con la regia di Matthias Zentner. Nel 2011 debutta al Teatro alla Scala in prima mondiale con lo spettacolo L’ALTRO CASANOVA. Nello stesso anno realizza le coreografie per l’opera ROMEO ET JULIETTE di Charles Gounot con la regia di Bartlett Sher. Nell’agosto 2011 debutta in Cina allo Shanghai Gran Theatre, dove crea, con il regista Sherwood Hou, lo spettacolo multimediale DEGAS DIAMOND. Nel 2013 realizza per il Balletto di Roma KIMERA. Nel 2015 crea per l’Estonian National Opera il balletto in due atti MEDEA. Nel 2016 realizza per la Georgia National Opera la creazione dal titolo LA STRADA, su musiche di Nino Rota. Nel 2017 crea le coreografie per il New Year’s Concert, trasmesso in Eurovisione. Nello stesso anno debutta con grande successo al Teatro San Carlo di Napoli con la nuova creazione ALICE IN WONDERLAND.
ALESSIA GELMETTI
ALESSIA GELMETTIdanza classica
Alessia inizia lo studio della danza a Verona, per perfezionarsi poi a Firenze alla Scuola del Balletto di Toscana. Giovanissima, entra a far parte del Balletto di Toscana, dove danza come solista in numerose produzioni, in Italia e nel mondo, in coreografie di Mauro Bigonzetti, Fabrizio Monteverde, Eugenio Scigliano, e tanti altri. Nel 2002 entra a far parte del Corpo di Ballo stabile dell’Arena di Verona, e nel 2005 viene promossa a Prima Ballerina. Interpreta diversi ruoli in titoli del repertorio classico, tra cui Giselle, Il Lago dei cigni, Coppelia, La Bella Addormentata, Don Quixote, Il Corsaro, e in balletti moderni e neoclassici (come ad esempio Romeo e Giulietta, Cenerentola, La Vedova Allegra, Sogno di una notte di mezza estate, L’Uccello di Fuoco), in coreografie di Mauro de Candia, Francesco Ventriglia, Matteo Levaggi, Renato Zanella, Amedeo Amodio, e altri. Danza anche i ruoli principali in alcune Opere liriche durante il Festival Areniano, tra cui possiamo evidenziare il ruolo della “Schiava” nel Trionfo dell’ Aida.
Per la stagione 2004-2005 le viene offerto un impegno lavorativo come solista al “Carolina Ballet”, negli Stati Uniti. Qui danza in varie coreografie di Balanchine, come Concerto Barocco, Who Cares?, Donizetti Variation e altre, e in creazioni di Robert Weiss e Lynn-Taylor Corbett. Viene invitata come guest a partecipare a serate di Gala o altre produzioni, in Italia e all’estero, dove interpreta coreografie del repertorio classico e di coreografi moderni, tra cui Giuliano Peparini, Mauro de Candia, Josè Martinez e altri. Per la stagione 2017- 2018 ha lavorato con il Corpo di Ballo dell’Opera di Roma, partecipando a varie produzioni.
ANNA PIOVAN
ANNA PIOVANcontemporaneo
Studia con Caterina di Napoli, Radu Ciucà, Luciano di Natale, Mauro Astolfi, Massimo Perugini ed Eugenio Buratti. Frequenta la Pineapple Dance Studio di Londra dove impara la tecnica Limòn e si fortifica anche nella contaminazione hip-hop. Balla per la compagnia Dreamakers di Padova fino al 2008. Nel 2007 lavora nel corpo di ballo per la campagna Diesel in Grecia. Nel 2008 viene selezionata da Benjamin Millepied (New York Ballet) per una campagna pubblicitaria francese di Alain Afflelou.
Dal 2009 è insegnante e coreografa freelance e collabora con molte scuole del Veneto e non solo. Nel 2015 fonda la RDM Company unendo i migliori talenti di più scuole. La compagnia viene ingaggiata da Leon Cino che la nota nel 2016 per portare in scena uno spettacolo al teatro Conchiglia di Sestri Levante e viene selezionata per la prima regionale di A Taste Of Dance al teatro Busnelli (Vicenza) a fianco dei professionisti della Riu Dance Sense di Simone Deriu. Dal 2018 prende in mano la direzione artistica per la danza contemporanea del Ballet Studio di Donatella Chibbaro. Ottiene come coreografa diversi primi premi in concorsi di prestigio: primo premio danza contemporanea al World Dance Championship di Roma; primo premio International Dance Competition Friuli Venezia Giulia; primo premio sezione moderna e contemporanea a Mantova Danza; primo premio Dançarte a Faro in Portogallo, primo premio coreografa South Carolina e Michigan DTUSA e YAGP Cattolica 2019 per la danza contemporanea.
Nel 2019 vince con la compagnia RDM un ingaggio per un laboratorio presso ODA FORMAZIONE PROFESSIONALE DANZATORI e MP3 PROJECT di Michele Pogliani per la stagione 2020. La RDM Company passa nel 2019 la selezione delle compagnie emergenti per il progetto Florence Dance Platform 2019 in occasione del Florence Dance Festival e vince la finale della piattaforma tenutasi nella prestigiosa location del chiostro grande della Basilica di Santa Maria Novella, Firenze. Attualmente la compagnia lavora al progetto dal titolo ERICH dedicato ad Erich Fromme con il quale si esibisce per EVERGREEN 2020 diretto da Marco Laudani a gennaio 2020 insieme a Federica Esposito, Simona Fichera, Claudio Scalia e Ocram dance movement.
LEILA TERRIERI
LEILA TERRIERIcontemporaneo
Inizia lo studio della danza moderna presso la scuola Arckadia di Crevalcore. Partecipa fin da subito a numerosi stage formativi anche internazionali ed intraprende negli anni a seguire anche lo studio della danza classica e dell’hip hop. Nel 2009 è ammessa, tramite audizione, al corso professionale della Scuola di danza LaCapriola di Modena, curata nello studio della danza classica da Lucia Pincelli e Francesca Siega e della danza modern contemporanea da Veronica Sassi. I suoi studi sono affiancati regolarmente da numerosi stage tenuti da
maestri e coreografi quali Cristina Amodio, Flaminia Buccellato, Eugenio Scigliano, Isabel Seabra per il classico; Mauro Astolfi, Fabrizio Monteverde, Francesco Nappa, Pompea Santoro, Spellbound
Dance Company per il modern e contemporaneo. Dal 2013 ha la possibilità di studiare danza classica accademica con i docenti: Elias Garcia Herrea, Maura Cantarelli ,frequentando anche alcune lezioni teoriche tenute da Simonetta Andreata, per l’insegnamento classico.
In qualità di danzatrice entra a far parte della giovane compagnia MDdanza nel 2009. Nell’Aprile 2011 prende parte con la compagnia MDdanza allo spettacolo Outsidethebox in prima nazionale al Teatro Comunale di Carpi nell’ambito della rassegna T come Teatro. Nell’aprile 2012 sempre all’interno della rassegna T come Teatro prende parte allo spettacolo Nulla con coreografie di Elisa Balugani e Veronica Sassi. Con la compagnia partecipa a numerosi concorsi, aggiudicandosi il 3° posto a DanzaSì non solo jazz 2010 con “Beta-hcg” coreografia di Veronica Sassi, il 3° posto al concorso Artedanza Livorno nel febbraio 2011 con coreografia “Bye Bye Mama” di Veronica Sassi; nel maggio 2011 “Sono nata il 21 a primavera” coreografia di Veronica Sassi ottiene il 3° posto al concorso Internazionale di Danza Città di Rieti e il 3°posto al concorso DanzaSì non solo jazz 2011 svoltosi a Roma. Nel dicembre 2011 ottiene il 1° posto al concorso Weekend in palcoscenico “Città di Pinerolo” con “The freedom of creation” coreografia di Veronica Sassi. Nel settembre 2012 ottiene il 1° posto al concorso DanzaSì non solo jazz con “Emme up” coreografia di Veronica Sassi. Nel maggio 2013 ottiene il 1° posto categoria compagnie emergenti al concorso MantovaDanza 2013 con “Ludi-forme. Testimonianze di gioco” coreografia di Veronica Sassi. Nel 2012 è ospite con la compagnia MDdanza al festival Mantovadanza, al Festival Dance Immersion di Cagli, a “Rassegna corrispondenze” (Ladispoli) e alle GIORNATA MONDIALE DELLA DANZA – UN PONTE SUL FUTURO presso il teatro Olimpico Roma con lo spettacolo “Sono nata il 21 a primavera” coreografia di Veronica Sassi. Nel Dicembre 2012 si aggiudica il 3° posto al concorso Weekend in palcoscenico di Pinerolo nella
categoria “compagnie emergenti” con la coreografia di Veronica Sassi per MDdanza: “About a death”. Nel 2013 per la seconda volta partecipa alla Rassegna corrispondenze di Ladispoli (Roma) ed è ospite con la compagnia MDdanza al concorso Konteyner festival di Roma.
Continua la collaborazione con la compagnia MDdanza portando in scena produzioni di Veronica Sassi quali “Ludi-forme”, “Non è vero ma ci credo”, “Montecchi e Capuleti”, “Eco e Narciso”, in teatri
come il Michelangelo, Attozero di Modena ed il Greco di Roma. In collaborazione con alcuni musicisti, la compagnia Blak soulz di Elisa Balugani porta in scena in diversi teatri “A modo mio” uno spettacolo di danza e musica dal vivo in omaggio a Lucio Dalla. Continua a prendere parte a numerosi stage con coreografi ed insegnanti di fama internazionale come: Francesco Nappa, Eugenio Buratti, Mauro Astolfi, Silvia Martiradonna, Michele Pogliani, Teri Jeanette Weikel. Nel 2014 partecipa come ospite con la compagnia MDdanza al “Festival dei due mondi” di Spoleto. Nel 2015 lavora con i coreografi Silvia Martiradonna ed Alessia Gatta per la creazione di coreografie per la stagione 2015/2016, che verranno inserite nella nuova produzione “COCOPRO#1″. Nel 2015/2016 tramite audizione prende parte ad un progetto con il coreografo freelance Francesco Nappa, portando in scena al termine dei laboratori un sua coreografia presso il teatro Ariston di Mantova. Nel 2016\2017 prende parte alla nuova produzione di Veronica Sassi per la compagnia MDdanza dal titolo “Barche”. Nel 2017/2018 partecipa ad un progetto di più laboratori tenuti da Mauro Astolfi e la Spellbound dance company. Nel 2018 partecipa al progetto “La Sora – legami” in qualità di danzatrice e coreografa insieme a Martina Ronchetti e Sara Monari aggiudicandosi il premio “Lumintenda”.
Nel 2018 frequenta una sessione intensiva di un mese di lezioni e workshops presso il Marameo dance center di Berlino, lavorando con coreografi di fama internazionale. Nel 2019 debutta con una nuova produzione MDdanza: “The difficulty or crossing a field”. Dal 2015 collabora con la compagnia “Parola Bianca” diretta da Francesca Krnjak per eventi in Italia ed Europa. Dal 2020 lavora come danzatrice e coreografa per il progetto artistico e teatrale dell’associazione “Zerok”. Dal 2012 lavora come insegnante di danza modern e contemporanea per diverse importanti realtà.
SOFIA ZANETTI
SOFIA ZANETTIcontemporaneo
Sofia inizia a danzare in giovane età approcciandosi alla danza sportiva e alla ginnastica artistica a corpo libero. Continua la sua formazione approfondendo la tecnica modern con Matteo Addino e la tecnica contemporanea partecipando al laboratorio REC Project di Claudia Bosco, diventando assistente di Rocco Suma e parte del Collettivo AP Side.
Ha partecipato a diversi progetti tra cui uno con Mauro Astolfi, andato in scena a Maggio 2017 e una residenza coreografica con Sofia Nappi (che andrà in scena prossimamente). Entra come borsista al corso di formazione professionale Opus Ballet a Firenze con la direzione di Rosanna Brocanello e Daniel Tinazzi. Attualmente fa parte dell’organico di S Dance Company diretto da Mario Coccetti. Negli ultimi anni ha partecipato come corpo di ballo alle seguenti produzioni: “Il Libro della Giungla”, “La regina delle nevi”, “I musicanti di Brema”, prodotti dall’Associazione Culturale Fantateatro, con coreografie di Rocco Suma. E’ performer in alcuni eventi presso La Suite e Mielizia ed è concorrente, con S Dance Company, all’edizione
2020 di Itaia’s Got Talent. Forte è l’attitudine al teatro, danzando le seguenti produzioni: “Melancholia: Orfeo ed Euridice” coreografia di
Mario Coccetti con produzione Cinque Minuti; “Zona Traffico Limitato” ed “Eco di uno” con coreografie di Rocco Suma; “Opus ballet in scena” con coreografie di Arianna Benedetti, Angela Placanica e Giacomo
Quarta; “De Profundis, the Voice of lamb” e “Cello-Suite” con coreografie di Samuele Cardini; “Vortex” spettacolo ideato da Helder Seabra; “Break the wall” coreografie di Rocco Suma e Sarita Baldini; “WHOMAN”, “Vincere, vincere, vincere?”; “Ombraluce” coreografati da Mario Coccetti; “SIN | ANDROGYN” coreografato da Rocco Suma.
MATTEO VIGNALI
MATTEO VIGNALIcontemporaneo
Danzatore e coreografo di street dance e danza contemporanea, Matteo ha frequentato gli ambienti underground per molti anni partecipando a jam e contest su territorio nazionale ed europeo. Divenuto successivamente insegnante di Hip Hop, ha cominciato ad interessarsi anche alla danza accademica frequentando corsi di classico e modern privati o tramite workshop. Come coreografo si forma studiando al Bounce Factory Dance Studio di Roma e poi al Corso di Avviamento Professionale di The Clouds/ Botega Dance Company. Si avvicina alla danza contemporanea con esperienze teatrali e frequentando workshop e percorsi formativi come Hofesh Shechter and company (Opificio), Mehdi Walersky (Mediterraneo Dance Festival), Adi Salant (Mediterraneo Dance Festival), Ohad Naharin (Orsolina 28), Counter Technique (Online Winter Session), Forsythe Improvisation Technologies (Bologna ART Factory), Humanhood (Barcellona) ed altri. E’ un performer dell’agenzia Sillis Movement LTD di Londra e dell’agenzia MoveOn di Milano, è docente dell’Accademia Dancehaus nel Dipartimento DHHD e nel Professional Training Program di Milano. Dal 2019 è autore e fondatore, insieme a Noemi Dalla Vecchia, di VIDAVÈ (Milano). Come danzatore è vincitore dei concorsi Excellence con The Clouds a Bolzano 2011, RHHP con The Clouds a Roma 2011, Rome Hip Hop Competition con la crew Maliantes a Roma 2013, Rieti Hip Hop Festival con The Clouds a Rieti 2013, Solisti Mantova in Danza 2016, Solisti HHF in Abruzzo 2017, Solisti The Garage Genova 2018, Solisti The Beat Dream Portofino 2018; è inoltre vincitore dei contest Hip Hop 2vs2 Umbria Jam Session di Perugia 2010, Hip Hop 1vs1 Pensa Giovane di Roma 2011, Shut up and Dance 1vs1 di Roma 2012, Who Run The World 1vs1 di Parigi 2013, UK Bboy Championship Italy Hip Hop a L’Aquila 2014, 1vs1 hip hop YO! Festival di Roma 2018, 1vs1 hip hop Snatch di Jolomi Urunden a Roma 2019. Ha danzato per Maliantes in Olocausto 2009, per Botega Dance Company in Paracasoscia 2009, per Umbria Jazz con la compagnia The Clouds 2011, AbruzzOn Stage ospite con la compagnia The Clouds 2011, Tour di “Madame” della compagnia The Clouds diretta da Mattia De Virgiliis e Patrizia Salvatori in Umbria, Abruzzo, Sicilia, Lazio, Marche 2009-2010-2011, è Danzatore per Buddha G Dance Community 2014-15, per Mecnun Giasar per lo spettacolo Piece of Mind, performato al Gran Teatro Del Liceo a Barcellona 2017, per Out Rule in “Connessioni” con repliche a Montecatini e Roma 2016-17, per Compagnia Susanna Beltrami in Ballade preghiera profana a Milano e Bari 2019, per Toyota Showroom Internazionale di Senigallia 2016, per Dance My Beat puntata 0 con regia di Emanuel Lo presso Studio 3 di Roma 2013, per il brand Talli Weij a Fabriano 2016, per il nuovo video di Marco Mengoni – Voglio, coreografato da Erika Silgoner 2018, per la nuova collezione invernale Moncler con spettacoli in Italia e Francia 2019; è ballerino ai Brit Awards nel corpo di ballo di Aaron Sillis con Calvin Harris e Dua Lipa Londra 2019 e performer per FuoriSalone 2019 presso TED Milano in collaborazione con Artemest per l’esposizione Living Objects 2019, nel video musicale In un Addio – Matteo Costanzo girato a Roma 2019 e per la cantante statunitense Rita Ora per il suo tour UK ed europeo diretto da Sillis Movement e Tali Fergus negli stadi di Cardiff, Bournemouth, Londra, Birmingham, Liverpool, Leeds, Glasgow, Warsaw, Windsor, Romania, Croazia, Manchester, Swansea, Portsmouth. Ballerino presso Palazzo Del Ghiaccio di Milano per l’evento Bonellierede, coreografato da Alessandra Valenti a Milano 2019 / Ballerino e performer per la sfilata di MARNI durante la Milano Fashion Week all’interno dello Spazio Ventura XV a Milano 2020 / danzatore del videoclip Wasted di Nahaze, prodotto da Warner Music Italia a Milano 2020 / ballerino per Air Jordan in collaborazione con FaceTasm Tokyo a Milano 2021.
Come coreografo ha partecipato a Creazione Coreografica di Perugia. Vincitore del bando “Vetrina della giovane danza d’autore”
“Another With You” passo a due danzato e coreografato in collaborazione con Home Centro di ANTICORPI XL Network nel 2019, presentato in diversi festival come Around Short di Livorno, FIND38 di Cagliari, Ammutinamenti di Ravenna, Spring of Dance di Milano, Sottovuoto Festival di Dominio Pubblico a Roma. Vincitore del premio coreografico “What We Are” 2021 di Associazione Danza e Balletto di Udine (2019-21). Il suo progetto VIDAVÈ crafts è sostenuto dal centro di produzione DanceHausPiù di Milano e da Home Centro per la Creazione Coreografica di Perugia.
ENRICO MORELLI
ENRICO MORELLIcontemporaneo
Ballerino e coreografo, Enrico Morelli consegue il diploma dell’Accademia Nazionale di Danza a Roma. Nel 2001 riceve in qualità di danzatore, la medaglia d’argento dal Presidente della Repubblica. Crea coreografie per l’Astra Roma Ballet, per la scuola del Teatro dell’Opera di Roma, per la Dominic Walsh Dance Theatre, per la compagnia Kaos di Firenze, per la MMCompany e per Agora Coaching Project. Attualmente collabora con l’Associazione Progetto Danza, è ballerino della MMCompany ed è direttore, insieme a Michele Merola, del corso di perfezionamento Agora Coaching Project..
CHRISTIAN FARA
CHRISTIAN FARAcontemporaneo
Dopo una formazione classica in Sardegna, si trasferisce per seguire il Corso Professionale Contemporaneo del Balletto di Toscana con importantissime figure professionali. Nello stesso periodo segue il corso di formazione “Kaos Professione Danza” seguendo inoltre stage e workshop. Ballerino solista della Compagnia “Janas”, è inoltre interprete de “L’urlo” di G. Perantoni ed entra, nel 2006, come ballerino solista e membro stabile, nella Compagnia “KAOS Balletto di Firenze”. Nel 2006-2007 balla ”Brigata Sassari” di A. Cannistrà, ”Le rime rampanti” col Balletto di Toscana, ”Lo schiaccianoci” diretto da G. Rosaci e G. Perantoni e ”Quarto stato” di L. Lepori. Nel 2010 debutta professionalmente come coreografo, firmando per la compagnia KAOS Balletto di Firenze: “Se solo fossi qui” e “Koob” rappresentate in tutta Italia. La coreografia “Amore+Psiche” è del 2011 e nel 2012 crea “Appleal”, coreografia successivamente portata sul palcoscenico nello spettacolo “Dal Profondo del Cuore” affiancato dai coreografi P. Arcangeli e R. Sartori. Del 2014 è la coreografia “Storia di un Diverso Qualsiasi”, affiancato dai maestri R. Sartori e M. Pogliani. Nel 2015 collabora con M. Pogliani nella produzione di “Once Upon A Time”, coreografia ispirata ad “Alice Nel Paese Delle Meraviglie”. La regia coreografica più importanteporta il titolo di “Chiara Luce” per uno spettacolo mandato in onda in diretta mondiale. Attualmente insegna in importanti centri nazionali e tiene stage e workshop in tutta Italia.
DENISE FARINA
DENISE FARINAdanza classica, modern propedeutico, danza gioco
A soli 13 anni, Denise ottiene dal M° Giuseppe Carbone una borsa di studio presso il “Carolina Ballet di Raleigh”. Frequenta poi l’Istituto per la Formazione Coreutica di Bergamo. Tra il 2012 e il 2014 è ammessa al Corso Professionale di Danza Moderna-Contemporanea “DM Ballet”. E’ ballerina nella stessa compagnia su coreografie di Carl Portal, Dominique Lesdemà e Michele Pogliani. Nel 2014 ottiene una borsa di studio di sei mesi alla Joffrey Ballet School di San Francisco per il corso di perfezionamento in danza moderna. E’ ammessa ai corsi professionali presso il Balletto di Roma nel 2014 e presso il Centro Studi Coreografici Teatro Carcano di Milano. Nel 2015 è ballerina della Teatro Totale Dance Company di Milano e danza nelle produzioni “Arborea Carmina” al Teatro Carcano Milano e “Artisti di oggi e domani” in collaborazione con il Balletto di Milano. Nel 2016 si diploma come ballerina di danza moderna e contemporanea presso l’Accademia del Teatro Carcano di Milano.
CAROLINA GORNI
CAROLINA GORNIhip hop/modern/contemporaneo
Insegnante ufficiale presso L’Officina delle Arti dal 2013, Carolina frequenta, oltre alla stessa scuola di cui è docente, anche il biennio professionale presso il dipartimento di danza modern/contemporanea DM Ballet a Mantova tra il 2011 e il 2012. Nei suoi 10 anni di studio della danza, approfondisce tutte le discipline: danza classica, danza moderna e contemporanea, hip hop e teatro. Oltre alle quotidiane lezioni, studia con grandi professionisti di fama internazionale: K. Kadiu, C. Portal, B. Goodson, S. Delattre, B. Collinet, D. Lesdema, G. Benberry, M. Pogliani, M. Astolfi, C. Felicioni, D. Baldi, F. Nappa, M. Arbau, M. Ragazzo, E. Morelli, R. Fontana, V. Pitzalis, D. Jacobellis, M. Del Prete, D. Borghini, L. Brasile, V. Peparini. Partecipa regolarmente a concorsi, spettacoli e laboratori coreografici. Prende parte a spot pubblicitari e flash mob per negozi e aziende tra cui GoldenPoint, Salardi Arreda, Tabaroni Cashmere, Mantova Outlet Village, Mama Mia. Tra il 2017 e il 2018 è selezionata per il biennio professionale alla Peridance Capezio Center di New York e, come stagista, presso la Delattre Dance Company a Mainz in Germania.
MARCO LAUDANI
MARCO LAUDANIcontemporaneo
Insegnante e coreografo, giovane ed ambizioso, è riuscito a trasformare gli influssi e gli stimoli internazionali in un suo personalissimo stile in continuo aggiornamento. Dall’esigenza di esprimere il proprio linguaggio artistico nel 2013 crea ODM I Ocram Dance Movement, compagnia e progetto di sperimentazione coreografica con sede a Catania. Tra i lavori creati per ODM, “Ognuno al suo posto”, “Aria viziata”, “Sai di salvia”, “Speechless”, “FAUVE” con il quale nel 2016 ottiene il premio come miglior coreografo all’International Ballet Competition, “Divina” lavoro coreografico invitato a festival nazionali e internazionali e, nel 2018, “(siamo) in due”. Dal 2013 inizia un sodalizio con la John Cranko Schule, scuola statale di Stoccarda diretta da Tadeusz Matacz per cui crea diversi inediti coreografici immediatamente apprezzati dalla stampa tedesca: “In partenza” (2013), “Into your arms” e “Spirits of nature” (2015), “Touch me” (2016) e “Clap your hands to the sky” (2017), “Blanc” (2018). Nel 2015 realizza per la danzatrice Giuliana Bottino (Staats Ballet Berlin) “Song for Viola”, solo presentato al gala “Bellini Ballet Festival”. Nel 2017 è invitato al Wicked Weekend COMMA per il master Choreography tenutosi a CODARTS (Rotterdam). E’ ospite presso i più importanti centri di produzione artistica italiani come insegnante e coreografo.
SIMONE VISENTINI
SIMONE VISENTINIteatro, recitazione
Fondatore e direttore artistico de L’Officina delle Arti dal 2001 insieme a Manuela Binco, è insegnante di teatro, attore, cantante, presentatore, sceneggiatore e regista. Dopo diverse esperienze nel teatro classico e contemporaneo, sviluppa nel tempo diversi percorsi: dal teatro sperimentale a quello di strada, dal teatro d’improvvisazione al teatro di impegno sociale. Nell’ambito del teatro-canzone è protagonista, nelle stagioni 2010/2011, degli spettacoli “Nessuno è scomparso”, “Giorgio Gaber… si può?” e “Fred Buscaglione… che spettacolo!”. Con esperienze anche nel cinema e nella musica, è stato direttore del Teatro delle Arti dal 2008 al 2011 ed è tuttora direttore organizzativo del festival Mantovadanza.